Buonasera  a tutti.

In questi giorni oltre a tentare di dare vicinanza emotiva e sostegno atletico/tennistico ai nostri ragazzi abbiamo parallelamente sondato, a vari livelli, quali erano margini di manovra che avevamo per far riprendere ai nostri atleti l’attività tennistica vera e propria. 

In particolare dopo l’uscita della lista, da parte della Federtennis, dei giocatori beneficianti del permesso di allenarsi ci siamo attivati contattando direttamente chi quelle liste le aveva emanate per capire se almeno per alcuni atleti era possibile sperare in un inserimento successivo.

La Federazione ci ha risposto che i giocatori inseriti nella lista ” virtuosa” sono coloro i quali hanno con la Fit un contratto e che con questo criterio oggettivo si è proceduto per la scelta.

Anche se , nostro malgrado, nessuno dei nostri ragazzi è stato inserito nella lista( e quindi non  beneficerà della possibilità di allenarsi) riteniamo questa scelta corretta e condivisibile in quanto argomentata con criteri oggettivi.

Non vogliamo fare parte di quella frangia che critica a prescindere la Fit, spesso con l’obiezione del “o tutti o nessuno”.

Crediamo inoltre che la Federazione così facendo, cioè stabilendo dall’ alto chi avesse o no avesse il diritto ad allenarsi, abbia troncato sul nascere possibili tensioni tra insegnanti e circoli che, in mancanza di comunicazioni ufficiali, avrebbero trovato con molta difficoltà delle regole per autodeterminarsi.

Detto questo noi continueremo a lavorare per agevolare i nostri ragazzi nel passaggio di questa situazione delicata, ci atteremo con scrupolo ad ogni indicazione del governo in tema di salute e della Fit in termini sportivi.

La data di ripresa degli allenamenti ad oggi non si può prevedere (anche se l’ufficialita’ parla del 3 aprile) ma ci auguriamo possa essere anticipata sempre che la situazione attuale in Italia possa progressivamente migliorare. Sarà nostra cura darvi aggiornamenti cammin facendo tenendo le dita ben incrociate!

Il direttivo dell’Accademia Tennis Apuano

Nicolò Righetti                   Giovanni Bianchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *