Buonasera a tutti,
Oggi si è giocato il primo turno del tabellone dei campionati italiani under 11 che come sempre si svolgono a Serramazzoni e in ordine di entrata hanno fatto il loro debutto Sereni Filippo e Davide Borzonasca.

Filippo, opposto al veneto Crivellaro Gabriele 4.1 , ha disputato un buon match riuscendo a trovare una corretta consistenza e intensità di gioco.
Da sottolineare il suo atteggiamento di lotta sempre attaccato al punto soprattutto all’inizio del secondo set, dove la partita era tutt’altro che semplice, infatti il suo avversario era nel momento migliore del match e Filippo ha avuto una leggera parabola fisica discendente.
Superato questo momento la partita è stata ben gestita da Filippo aiutato da un importante calo di consistenza da parte del suo avversario.
Domani Filippo sarà impegnato
alle ore 09:00 contro Mecarelli Michele 3.4.

Davide oggi purtroppo non ha giocato una buona partita, un atteggiamento sicuramente non ideale e un importante confusione tattica non hanno permesso a Davide di lottare alla pari contro il suo avversario.
Probabilmente ha percepito un ambiente e un contesto torneo diverso dal solito, può aver inciso il fatto che sia una delle sue prime vere trasferte, tutti aspetti che possono aver influito negativamente sulla sua prestazione.
Intendiamoci, queste non sono scuse, ma possibili spiegazioni alla difficoltà incontrate da Davide oggi, e quindi spunti di riflessione.
Inoltre non è assolutamente mia intenzione in questo modo sminuire la prestazione del suo avversario al quale vanno i miei complimenti.
Di una cosa però sono contento e faccio i miei complimenti a Davide: dopo aver fatto la doccia e aver fatto l’analisi della partita, Davide è venuto in campo per fare un ora di allenamento con Filippo, e non solo, è stata una buona ora. A mio avviso non una cosa da non notare, altri probabilmente avrebbero trovato scuse per non allenarsi, bravo davvero Davide.

SERENI-CRIVELLARO (4.1) 64-60
GENOVESE (4.1)-BORZONASCA 61-62

A domani per nuovi aggiornamenti
Niccolò Sanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *