Amici dell’Accademia ben ritrovati, ieri giornata davvero ricca di incontri e di indicazioni nei tornei da noi seguiti con 3 componenti del nostro staff:l’open a Carrara ed il torneo giovanile “master Head” a Spezia.

Allo Junior Club belle affermazioni di Luigi Sorrentino e Valentina Gaggini che nelle rispettive finali hanno sconfitto Edoardo Pendreka e Valentina  Maestrelli.

La sorpresa più grande è l’affermazione di Valentina che ha coronato il suo già ottimo torneo dopo che aveva battuto 2 giocatrici di categoria 2.7 nei turni precedenti.

Valentina ormai da Luglio sta dimostrando durante gli allenamenti serietà ,dedizione e voglia di migliorarsi, era normale quindi che prima o dopo esprimesse le sue potenzialità, dobbiamo però dirle grazie nell’aver creduto nel nostro lavoro anche quando le cose non sembrava andassero  per il meglio e  la tentazione di cambiare , di dare una scossa come si usa ormai di prassi nel calcio, poteva essere una soluzione per lei semplice , liberatoria ancorchè deresponsabilizzante. Chi crede nel lavoro e crede nell’assunzione di responsabilità (da ambedue le parti , staff tecnico e giocatore) sa che il “cambiare” molto spesso è la maniera più facile per evitare problematiche che quasi sempre si ripresenteranno nel medio termine.

Fare programmi a lungo termine non significa spostare a data sconosciuta obiettivi e verifiche ma  un progetto a lungo termine senz’altro necessità di fiducia nel lavoro e di chiarezza progettuale,se questi requisiti ci sono da entrambe le parti  serve “solo” lavorare con serietà  senza farsi trascinare in basso o in alto a seconda dei risultati.

Noi molto modestamente ci stiamo provando, consci delle molte cose che dovremo migliorare nel nostro sistema di lavoro certamente , anche  consapevoli però che la personalizzazione del lavoro che attuiamo in maniera sistematica e la  verifica delle prestazioni in gara ci porteranno a tarare gli obiettivi in maniera sempre più mirata,  vogliamo credere quindi  che in parte anche per la bontà del nostro lavoro  Valentina  abbia compiuto il giusto salto in avanti che  merita

IMG-20151228-WA0008

Convincente affermazione anche di Luigi Sorrentino che ha confermato i progressi mentali ed atletici che nel torneo precedente lo avevano aiutato a battere giocatori di buon livello ed a raggiungere  la semifinale,

Gigi ha perso in totale 12 game in 3 partite cedendo 1 volta solamente il servizio, scrivo questo ( io che non sono un patito delle statistiche) perchè in questi 3 match ho visto un giocatore capace di gestire mentalmente con grande abilità le due fasi di inizio del gioco cosa che a questi livelli sembra davvero non esserci.

Quello su cui dobbiamo continuare a lavorare è  la tecnica del gioco di gambe e la profondità di palla, la tecnica del servizio e le sue variazioni , alcune varianti tattiche che al momento non sono ancora supportate da una buona percentuale, detto questo però bisogna riconoscere a Gigi di essere diventato un atleta migliore e questo secondo me è in gran parte merito suo ed ovviamente di Edoardo che lo segue.

IMG-20151228-WA0009

Ieri , come accennato in testa all’articolo, eravamo anche al seguito del torneo giovanile ” Master Head” presso la nostra sede del C.T. Spezia dove il mio socio Nico sta svolgendo il ruolo di direttore del torneo e osservatore dei nostri ragazzi.

Prima che io andassi insieme a Pippo a supportare i ragazzi in finale a Carrara abbiamo  visto un Marianelli oramai centratissimo a livello mentale ed agonistico che ancora deve però trovare adattamenti tecnico tattici che gli permettano di essere più propositivo per di sfruttare uno sviluppato senso della rete, abbiamo assistito ad un ottimo match della Beatrice Ricci (anche lei davvero ritrovata mentalmente) che è riuscita a prevalere mischiando con sufficiente ordine variazioni difensive ,  accellerazioni e smorzate.

Buono,anche se con qualche calo attentivo, il match di Landini che dimostra continui progressi sul ritmo di gioco che devono però essere supportati da un servizio più incisivo.

Durante le finali a Carrara hanno giocato e vinto i loro incontri  a Spezia Fioricimati, Mirannalti e Raffaeta seguite da Nico.

Jack ha giocato una buona partita sotto il profilo della lotta e per lei come per Valentina Gaggini sono fiducioso che i risultati meritati siano vicini, Valentina Mirannalti sta dando prova di grande umiltà e forza di carattere dopo le vicissitudini dello scorso anno, siamo orgogliosi di lei, ieri ha vinto giocando con grande intensità mentale cercando di mettere in pratica quello su cui avevamo discusso nel match precedente.

Elena, a mio modesto parere la miglior atleta da me allenata, sta trovando in partita sempre più confidenza con schemi tattici in aggressione che abitualmente fa in allenamento, anche ieri ha messo un piccolo mattone e questo è il suo vero obiettivo.

Appuntamento ad oggi a Spezia per il doppio turno quarti e semi, si vedrà del bel tennis.

Un saluto a tutti

 

Giovanni

 

 

 

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *